MedicinaOltre.com PATOLOGIE    DIZIONARIO MEDICO     CONTATTI     PUBBLICITA'    CREDITS     HOME 
MedicinaOltre - guida pratica per la famiglia
TUTTI GLI ARTICOLI:
RICERCA SU TUTTO IL SITO:

RICERCA ARTICOLI







Schede descrittive patologie comuni
"Gonorrea"
Versione mobile

Gonorrea


Descrizione
La gonorrea una infezione batterica, causata dai batteri Neisseria gonorrhoeae, che si trasmette attraverso rapporti sessuali di varia natura. Questa infezione puo' infatti essere trasmessa sia attraverso rapporti sessuali vaginali, che anali o orali (sia fellatio che cunnilingus). La gonorrea (blenorragia o scolo) puo' inoltre essere trasmessa da madre a figlio al momento del parto.
Una delle malattie a trasmissione sessule piu' diffuse, la Gonorrea e' molto diffusa tra gli adolescenti e tra i giovani adulti.


Come si manifesta
I sintomi generalmente si presentano dopo 2/7 giorni dal contagio. Diciamo "generalmente" in quanto frequentemente la gonorrea non produce alcun sintomo, specialmente nelle donne.
I sintomi possono comprendere dolori o bruciori durante la minzione e perdite di liquido giallastro al momento della minzione.
Negli uomini e' frequente l'aumento della frequenza dell'urinazione e testicoli che si gonfiano o diventano dolorosi.
Nelle donne si possono riscontrare secrezioni vaginali insolite, dolori addominali ed emoraggie fra i cicli mestruali.


Esami
La gonorrea puo' essere diagnosticata facilmente nell'uomo anche attraverso un esame clinico. La conferma diagnostica si ottiene comunque atrraverso le analisi delle secrezioni rettali, uretrali, faringee o cervicali (a seconda del tipo di rapporto)


Terapia
La gonorrea puo' essere debellata facilmente attraverso l'uso di antibiotici specifici, che dovranno essere indicati dal medico curante, tipicamente ciprofloxacina, spectinomicina, ceftriaxone.
Trattamento assolutamente indolore e spesso in un'unica soluzione. Ad esso dovra' seguire un periodo di astinenza sessuale fino alla accertata guarigione.


Trasmissione

Essendo la gonorrea una malattia a trasmissione sessuale, il modo migliore per non contrarla rimane l'astinenza. L'uso costante e corretto del preservativo diminuisce il rischio di contrarre l'infezione.
Ovviamente il rischio e' proporzionale al numero di partner con cui si hanno contatti sessuali.