MedicinaOltre.com PATOLOGIE    DIZIONARIO MEDICO     CONTATTI     PUBBLICITA'    CREDITS     HOME 
MedicinaOltre - guida pratica per la famiglia
TUTTI GLI ARTICOLI:
RICERCA SU TUTTO IL SITO:

RICERCA ARTICOLI







Schede descrittive patologie comuni
"Sifilide"
Versione mobile

Sifilide

Malattie a trasmissione sessuale
Categoria: Malattie della pelle


Descrizione
Mattia a trasferimento sessuale (o materno-fetale)causata dal batterio microaerofilo

Epidemiologia
In netta diminuzione in tutto il mondo occidentale la sifilide primo-secondaria;ormai rarissima la sifilide terziaria; stabile la sifilide sierologica.

Eziopatogenesi
La malattia causata dal Treponema pallidum. Le manifestazioni dipendono dalle interazioni ospite-parassita: le lesioni secondarie sono riconducibili a un processo vascolitico su base immunitaria di III tipo mentre le lesioni terziarie somo granulomi da immunoreazioni di IV tipo.

Sifilide


Come si manifesta
Incubazione di circa 3 settimane; la lesione iniziale in sede di inoculo un nodulo abraso caratteristico con una infadenite satellite. Il nodulo guarisce senza reliquati. Dopo 30 giorni compaiono le lesioni secondarie, polimorfe macule rosioliche al tronco della durata di 10-20 giorni. Dopo 3-4 mesi dal contagiocompare il sifiloderma capuloso caratteristico della malattia, che regredisce in 1-2 masi. Le lesioni terziarie, oggi rarissime compaiono dopo anni a livello cutaneo possono esprimersi come noduli o gemme prevalentemente gli arti inferiori e al tronco.Possono localizzarsi alle ossa, a livello del apparato digerente, cardiovascolare e del sistema nervoso. La trasmissione materno-fetale po causare aborti, feti a termine morti e macerati oppure neonati malati le manifestazioni cliniche possono essere precoci (entro il secondo anno di vita), cutaneo-muscolare e/oviscerali; oppura tardive con manifestazioni a carico dell'occhio, dell' orecchio interno e infine con esiti cicatriziali e malformativi.

Sifilide


Esami
Nella sifilide primo-secondaria si puo ricercare direttamente la presenza del Treponema con un esame microscopico in campo oscuro, a fresco del materiale sieroso. Le reazioni sierologiche si positivizzano pochi giorni dopo la comparsa del sifiloma primario. I test possono rilevare la presenza diretti contro antigene lipoideo (VDRL o fissazione del complemento) oppure contro antigeni proteici(TPHA e FTA/ABS) I primi sono sensibili ma specifici, con con il rischio di avere delle false reazioni biologiche; i secondi sono sensibili e specifici.

Terapia
Penicillina G Benzatina 2 400 000 u nella sifilide recente; 7 200 000 U in quella avanzata recente.