MedicinaOltre.com PATOLOGIE    DIZIONARIO MEDICO     CONTATTI     PUBBLICITA'    CREDITS     HOME 
MedicinaOltre - guida pratica per la famiglia
TUTTI GLI ARTICOLI:
RICERCA SU TUTTO IL SITO:

RICERCA ARTICOLI







Schede descrittive patologie comuni
"Eritroplachia (o Eritroplasia)"
Versione mobile

Eritroplachia (o Eritroplasia)

Neoplasie e iperplasie epiteliali
Categoria: Malattie della pelle


Descrizione
Papula o placca persistente rossastra delle mucose, caratterizzata istologicamente dalla presenza di cheratinociti atipici nell'epitelio.
Eziologia
Per le forme dei genitali sono predisponenti la cattiva igiene e l'infezione erpetica ricorrente; per quelle del cavo orale l'uso del tabacco, specialmente associato all'alcol.


Come si manifesta
La lesione inizia come una macula o papula rossastra, persistente, per lo pi asintomatica, che in tempi variabili diventa irregolare, anche ulcerata e sanguinante. L'evoluzione verso il carcinoma spinocellulare invasivo praticamente sicura e piuttosto rapida per le localizzazioni al cavo orale.

Esami
Istopatologia
E' una forma di carcinoma in situ, caratterizzata da cheratinociti atipici e cellule discheratosiche nell'epitelio (praticamente indistinguibile dalla leucoplachia e dalla malattia di Bowen).
Diagnosi differenziale
La diagnosi di certezza solo istologica. La forma dei genitali va distinta dalla balanopostite, dalla vulvite plasmacellulare e dal lichen planus erosivo; quella del cavo orale pure dal lichen planus e dalle lesioni causate da traumatismi cronici.


Terapia
Ai genitali sono usate l'escissione chirurgica, la diatermocoagulazione, la crioterapia o il 5-fluorouracile topico; al cavo orale si propone escissione chirurgica.