MedicinaOltre.com PATOLOGIE    DIZIONARIO MEDICO     CONTATTI     PUBBLICITA'    CREDITS     HOME 
MedicinaOltre - guida pratica per la famiglia
TUTTI GLI ARTICOLI:
RICERCA SU TUTTO IL SITO:

RICERCA ARTICOLI







Odontoiatria (Articoli - 2003-07-29 14:48:08)

Spazzolino e filo interdentale

Per rimuovere placca o residui di cibo sufficente l'uso dello spazzolino e del filo interdentale.

Per rimuovere placca o residui di cibo è sufficente l'uso dello spazzolino dopo ogni pasto con maggior attenzione la sera prima di coricarsi , per pulire bene tra un dente e l'altro è necessario l'uso del filo interdentale.
In questo modo non esiste rischio di solidificazione della placca con formazione di tartaro che a lungo andare infiamma le gengive provocando gengiviti e in casi più gravi parodontiti con successiva perdita di denti.
Normalmente lo spazzolino deve avere setole morbide e non eccessivamente grandi in modo da raggiungere tutte le superfici del dente.
Non spazzolare con eccessiva forza in quanto si rischiano abrasioni dentali , sostituire lo spazzolino ogni due/tre mesi e usare dentrifici a base di fluoro nemico famoso e temuto dalla carie dentale.

Come si usa lo spazzolino
Per utilizzare in modo corretto lo spazzolino :

1- Muovere lo spazzolino avanti e indietro in modo da pulire un dente alla volta sia esternamente che internamente.
2- Porre lo spazolino con un angolo di 45° rispetto alla gengiva
3- Con la punta dello spazzolino pulire la superfice interna dei denti anteriori con un lieve movimento dall'alto al basso per i denti superiori e dal basso verso l'alto per quelli inferiori
4- Spazzolare anche la lingua e spazzolare la superfice masticatoria dei denti posteriori con un movimento avanti e indietro
Per utilizzare in modo corretto lo spazzolino:

1- Muovere lo spazzolino avanti e indietro in modo da pulire un dente alla volta sia esternamente che internamente.
2- Porre lo spazolino con un angolo di 45° rispetto alla gengiva
3- Con la punta dello spazzolino pulire la superfice interna dei denti anteriori con un lieve movimento dall'alto al basso per i denti superiori e dal basso verso l'alto per quelli inferiori
4- Spazzolare anche la lingua e spazzolare la superfice masticatoria dei denti posteriori con un movimento avanti e indietro.

Come si usa il filo interdentale
Importante alleato contro carie e disturbi gengivali , in seguito modo di utilizzo :

1- Arrotolare le due estremità attorno al dito medio i 50 cm di filo precedentemente tagliato.Tenere il filo teso tra i pollici e gli indici , strofinandolo tra i denti in modo delicato per evitare di ferire le gengive
2- Curvare a forma di "C" verso il dente nel momento in cui il filo raggiune la curva gengivale; farlo poi scorrere tra il dente e la gengiva delicatamente e successivamente strofinare il la
Importante alleato contro carie e disturbi gengivali , in seguito modo di utilizzo :

1- Arrotolare le due estremità attorno al dito medio i 50 cm di filo precedentemente tagliato.Tenere il filo teso tra i pollici e gli indici , strofinandolo tra i denti in modo delicato per evitare di ferire le gengive
2- Curvare a forma di "C" verso il dente nel momento in cui il filo raggiune la curva gengivale; farlo poi scorrere tra il dente e la gengiva delicatamente e successivamente strofinare il lato del dente allontanandosi man mano dalla gengiva
3- Rifare la procedura per ogni dente ricordandosi la parte posteriore dell'ultimo dente.
In concomitanza allo spazzolino e al filo interdentale per capire e rivelare accumuli di placca possono risultare utili le compresse rivelatrici di placca che sciogliendosi in bocca colorano in modo più evidente le zone dove si è accumulata più placca
Esistono anche i cosidetti scovolini interdentali che si usano inserendoli e facendoli scorrere tra dente e gengiva prima dell'utilizzo dello spazzolino e in presenza di ponti o impianti che rendono più difficoltoso l'uso del filo interdenatale.
Non utilizzare lo scovolino con il dentifricio per non rischiare abrasioni dentali.








Fonte: La redazione