MedicinaOltre.com PATOLOGIE    DIZIONARIO MEDICO     CONTATTI     PUBBLICITA'    CREDITS     HOME 
MedicinaOltre - guida pratica per la famiglia
TUTTI GLI ARTICOLI:
RICERCA SU TUTTO IL SITO:

RICERCA ARTICOLI





Medicina di base (Articoli - 2008-05-22 08:19:45)

Il vino fa bene alle arterie (ma non più di un bicchiere) e può rallentare la demenza

Esaminati 200 pazienti in ambulatorio per valutare ipertensione. Per il cuore non piu' di un bicchiere al giorno. E' in sintesi la conclusione riferita all'American Society of Hypertension Meeting di uno studio effettuato dall'equipe di Azra Mahmud del St. James Hospital di Dublino, riguardante gli effetti dell'alcol sul cuore e sulla pressione arteriosa. La studiosa, secondo quanto riferisce Medpage Today, ha dichiarato di aver deciso di indagare il rapporto tra l'assunzione di alcol e ipertensione a causa dell'interesse suscitato nel pubblico dalla notizia che il vino rosso possa avere un effetto benefico sulle arterie.

E' interessante notare che, in questo studio, sono stati esaminati 200 pazienti in un ambulatorio per la valutazione dell'ipertensione in fase iniziale. I pazienti sono stati divisi in tre gruppi: non bevitori, bevitori moderati (da una a 21 unita' a settimana per gli uomini e da una a 14 per le donne) e bevitori accaniti per quantita' superiori di alcol assunti nella settimana. Nell'ultimo gruppo l'eta' media delle donne era di 42 anni, mentre gli uomini avevano in media 28 anni. Sono state, poi, effettuati rilevamenti della pressione arteriosa di base e con monitoraggio delle 24 h, e valutazione delle cavita' cardiache mediante ecocardiografia doppler e della rigidita' delle pareti arteriose tramite la misurazione dell'onda di polso.

Nonostante la relativamente giovane eta' dei partecipanti sono state riscontrate alterazioni di notevole entita'. I risultati dell'indagine differiscono in base al sesso: per le donne il consumo di piu' di due drink al giorno puo' portare a una dilatazione delle cavita' cardiache, per gli uomini, viceversa, piu' di tre drink al giorno puo' determinare un irrigidimento dei ventricoli cardiaci e delle arterie, con conseguente aumento della pressione arteriosa sistolica e diastolica. I cambiamenti osservati erano, secondo Mahmud, "quelli che ci si aspetterebbe di vedere in persone piu' vecchie, con una lunga storia - 10 anni o piu' - di ipertensione, non quello che ci si aspetterebbe in una popolazione piu' giovane con recente insorgenza di ipertensione".

UN BICCHIERE DI VINO PUÒ RALLENTARE LA DEMENZA
Un bicchiere di vino, un drink alcolico al giorno potrebbe ritardare significativamente la progressione verso la demenza nei soggetti con lievi danni cognitivi. E' quanto afferma una ricerca pubblicata su Neurology e riportata da Doctor News 33.

I soggetti che consumano fino ad un drink al giorno, soprattutto vino, spiegano i ricercatori, sviluppano la demenza ad un tasso piu' lento dell'85% rispetto agli astemi.

Fonte: Agenzia Dire